onDESIGN

Rossana Giovinazzi. L'etno-chic pugliese pronto al grande salto

Parlare con Rossana Giovinazzi è sempre fonte di stimoli e ottimismo. Perennemente concentrata nella sua carriera di fashion designer, è una persona molto curiosa e dal piglio decisionista che, in breve tempo, le ha permesso di far sfilare i suoi abiti sulle passerelle più prestigiose.

Scritto da
Pubblicato in On Design
Giovedì, 03 Settembre 2015 14:30
Rossana Giovinazzi. L'etno-chic pugliese pronto al grande salto

 

di Filomena Pucci

 

 

In cosa possiamo riconoscere lo stile di Rossana Giovinazzi?

E' uno stile eclettico che spazia dalla moda etica a quella innovativa: apparentemente in conflitto, l'una non deve necessariamente escludere l'altra. Nelle mie collezioni è tutto un contrapporsi tra: recupero di tecniche artigianali e sperimentazione, utilizzo di tessuti tradizionali e innovativi, utilizzo di materiali appartenenti alla tradizione contro quello di elementi decontestualizzati che diventano elementi decorativi. Ovviamente cerco di dosare i vari elementi affinché ci sia un equilibrio che renda ogni capo armonioso e particolare al tempo stesso.

Quali sono le tue fonti d'ispirazione?

Mi piace trovare l'ispirazione nell'arte e nelle diverse culture, da quelle a me più vicine, che appartengono alla mia terra, a quelle più lontane soprattutto etniche. Il tutto con una nota vintage che lascia emergere spesso i tratti caratteristici della moda degli anni passati. Così, attraverso la ricerca, un capo di abbigliamento diventa un pezzo d'arte che racconta del nostro passato, della nostra storia o di popoli lontani con tradizioni sconosciute. Ho presentato collezioni ispirate a Van Gogh a Gaudì, agli anni Cinquanta e Ottanta, ma anche un abito ispirato alle ceramiche di Grottaglie e alla città di Ostuni. Quest'ultimo è una creazione particolarmente sentita presentata lo scorso 9 Agosto durante l'evento Fashion Puglia ad Ostuni. L'abito "Città Bianca" trae ispirazione dal rosone della Concattedrale e dagli abiti che indossano i cavalieri durante la cavalcata di S. Oronzo. Un abito bianco con particolari decorazioni dalle sfumature barocche tipiche della nostra terra dal gusto raffinato ed elegante.

Il culto del particolare mi sembra essere il tuo obiettivo principale. Dico bene? Altrimenti quel è e perché?

Certo, dici bene. Realizzo capi in modo artigianale e voglio differenziarmi dai prodotti delle grandi catene, ormai massificati, che hanno dimenticato il fantastico Made in Italy. Ed è attraverso il culto del particolare che riesco a creare capi ricercati e unici.

Quali sono i vantaggi di conoscere la sartoria quando si disegna una nuova collezione?

Conoscere e saper mettere in pratica le tecniche sartoriali, aiuta molto durante l'ideazione di una collezione. La conoscenza dell'arte della sartoria permette di interpretare e concretizzare idee creative nuove e particolarmente innovative. Credo che questo renda anche più completa la figura professionale dello stilista.

[widgetkit id=38]

La scelta dei tessuti è un'operazione fondamentale nell'elaborazione di una nuova collezione? Come selezioni? Quali le motivazioni?

Cerco di essere sempre aggiornata su quelle che sono le tendenze partecipando alle fiere tessili del settore. Sono anche appassionata dei Wax africani che sono dei tessuti fantastici, coloratissimi che utilizzo nella linea "Etno-Chic" di abbigliamento e accessori. Il prossimo obiettivo però sarà quello di utilizzare tessuti da me progettati in modo che le creazioni siano uniche a partire dal tessuto stesso.

Qual è la decisione più azzeccata della tua carriera?

Aver sempre fatto ciò che mi passava per la testa superando, livello dopo livello, i vari passaggi per la mia crescita con umiltà e determinazione.

Che importanza hanno per te i trend?

Quando disegno una collezione faccio attenzione a quelli che sono i trend della stagione. È importante conoscerli per essere al passo con i tempi e per far si che i prodotti siano adatti al mercato. Dal mio punto di vista però, una collezione, oltre ad essere di tendenza deve essere carica di stile. I trend stagione dopo stagione mutano, lo stile invece resta e contraddistingue un marchio rispetto ad un altro.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Lo step successivo per il mio futuro sarà quello di promuovere la vendita delle mie collezioni nei diversi punti vendita in giro per il mondo oltre all'apertura di uno store on-line dove sarà possibile acquistare capi e accessori Rossana Giovinazzi.

Qual è il tuo sogno da stilista?

Il mio sogno da stilista è quello di vedere il mio marchio affermato e riconoscibile tra tanti, oltre ovviamente ad avere la soddisfazione di vedere i miei capi e accessori indossati dal maggior numero di persone possibili.

 

INFO:

http://www.rossanagiovinazzi.it/

https://it-it.facebook.com/pages/Moda-Rossana-Giovinazzi/112521222180535

 

 

DALLA STESSA CATEGORIA

LASCIA UN COMMENTO

Inserire il testo del commento. L'HTML NON E' PERMESSO.