POLITICA

Il primo Consiglio Comunale del Gugliotti-bis

Si è svolto il Consiglio Comunale d'insediamento della nuova Giunta gugliottiana. Qualche sorpresa e prime schermaglie politiche.

Scritto da
Pubblicato in Politica
Giovedì, 20 Luglio 2017 17:52
Il primo Consiglio Comunale del Gugliotti-bis

Inizia in una calda mattinata di luglio il primo Consiglio Comunale del nuovo mandato amministrativo di Giovanni Gugliotti, a poco più di in mese dalla vittoria alle urne.

Mandato che si preannuncia piuttosto agevole, almeno sulla carta, non foss'altro per i numeri a sostegno del rieletto primo cittadino.

Dodici consiglieri a favore e quattro d'opposizione sono garanzia di un governo stabile dal punto di vista politico. 

Veniamo alle nomine. Eletto Presidente del Consiglio Comunale, Annibale Cassano, sua vice, Stefania Giannico. Sold out quindi e nessun incarico per la minoranza.

Vicesindaco, un po' a sorpresa (molti pensavano alla D'Ettorre), Mimmo Scarati.

Per quanto riguarda le scelte di governo, il sindaco ha preferito tenere per sè alcune deleghe (agricoltura, turismo).

Per il resto, invece (è cosa ampiamente risaputa): Cellamare ai Servizi Sociali;  D'Ettorre a Cultura, Pubblica Istruzione e Trasporti; Angelillo alle Politiche Ambientali e Castellaneta Marina; Scarati ai Lavori Pubblici e Manutenzioni; Martellotta all'Urbanistica e Smart City.

Per concludere, rispetto allo scorso mandato, alcuni nuovi volti in Consiglio. Tra la maggioranza, quelli di Maria Terrusi, Pietro Spierto, Rosanna Notarfrancesco, Eugenio Sacchetto, Roberto Tanzarella, Palma Scarcia e Stefania Giannico.

Nei banchi d'opposizione, al di là di Agostino De Bellis, hanno fatto il loro esordio Gianni Di Pippa, Antonio D'Ambrosio e Raffaele Rochira.

Per loro un compito durissimo. Già oggi qualche schermaglia con la maggioranza, soprattutto per la gestione delle nomine (si chiedeva almeno la vicepresidenza del Consiglio) ma siamo solo all'inizio.

Toccherà a loro non far rimpiangere (auguriamo di fare anche meglio) due "grossi calibri" come Rocco Loreto e Leonardo Rubino e svolgere il ruolo di opposizione nel modo migliore possibile.

Per la maggioranza, invece, non ci sono più scusanti. Hanno campo libero o quasi. Dimostrino di valere quelle poltrone e la fiducia dei cittadini.

E' quanto tutti si augurano, al di là delle convinzioni politiche, per il bene di Castellaneta.

 

 

 

DALLA STESSA CATEGORIA

LASCIA UN COMMENTO

Inserire il testo del commento. L'HTML NON E' PERMESSO.